La Storia

Comune di Propata

Il borgo di Propata venne fondato intorno al X secolo dagli abitanti dei borghi vicini, scampati alle frequenti incursioni dei Saraceni. Politicamente e storicamente seguì nel Medioevo le sorti della vicina Torriglia dapprima come possesso della famiglia Malaspina e solo a partire dal XIII secolo dei Fieschi, conti di Lavagna.
propataNel XIV secolo fu dominio del Ducato di Milano, fino alla cessione del paese nel XVI secolo verso la famiglia genovese Doria e quindi alla Repubblica di Genova. Verso la fine del XVIII secolo si costituì comune autonomo. Nel 1815 viene inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilito dal Congresso di Vienna del 1814 anche per gli altri comuni della Repubblica Ligure, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861.
Il borgo presenta notevoli analogie sia strutturali che distributive con gli insediamenti urbani dell'alta valle, anche se i commerci e gli scambi, per la migliore accessibilità, si sono rivolti, nel passato, più verso Torriglia e la Liguria che non verso la Valle Trebbia.



Superficie a terra (ha) 16.80 Kmq
Regione Liguria
Provincia Genova
Località e Frazioni Albora, Bavasterlli, Caffarena, Caprile
Comunità Montana Comunità montana Alta Val Trebbia
Ente Parco Parco naturale dell'Antola
CAP 16027
Codice INSTAT 010045
Codice Catastale H073
Podolazione residente 165

 

 

Il Borgo di Propata

 

Il borgo di Propata venne fondato, secondo la tradizione storica locale, intorno al X secolo dagli abitanti dei borghi vicini, scampati alle frequenti incursioni dei saraceni. In zona vi operavano i monaci dell'abbazia di San Colombano di Bobbio.
Politicamente e storicamente seguì nel medioevo le sorti della vicina Torriglia, dapprima come possesso della famiglia Malaspina e solo a partire dal XIII secolo dei conti Fieschi di Lavagna.
Nel XIV secolo fu dominio del Ducato di Milano, fino alla cessione del paese nel XVI secolo verso la famiglia genovese Doria e quindi alla Repubblica di Genova. Verso la fine del XVIII secolo si costituì comune autonomo con la soppressione dei Feudi imperiali.
Nel 1797 con la dominazione francese di Napoleone Bonaparte rientrerà dal 2 dicembre nel Dipartimento dei Monti Liguri Orientali, con capoluogo Ottone, all'interno della Repubblica Ligure annessa al Primo Impero francese. Dal 28 aprile del 1798 con i nuovi ordinamenti francesi, Propata rientrerà nel VI Cantone, capoluogo Torriglia, della Giurisdizione dei Monti Liguri Orientali e dal 1803 centro principale del IV Cantone della Trebbia nella Giurisdizione dell'Entella.
Dal 13 giugno 1805 al 1814 verrà inserito nel Dipartimento di Genova.
Nel 1815 verrà inglobato nel Regno di Sardegna, secondo le decisioni del Congresso di Vienna del 1814, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861.
Dal 1859 al 1926 il territorio fu compreso nell'XI° mandamento di Torriglia del Circondario di Genova della Provincia di Genova.
Dal 1973 al 31 dicembre 2008 ha fatto parte della Comunità Montana Alta Val Trebbia e con le nuove disposizioni della Legge Regionale n° 24 del 4 luglio 2008[8], in vigore dal 1º gennaio 2009, ha fatto parte della Comunità Montana delle Alte Valli Trebbia e Bisagno, quest'ultima soppressa con la Legge Regionale n° 23 del 29 dicembre 2010 e in vigore dal 1º maggio 2011.


Sei qui: Home La Storia

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca sull informativa. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se necessario consultare la politica sulla privacy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information